STUDIO c/o Istituto Fisioterapico Città di Trieste
V. Giulia, 1 TS
VISITE A DOMICILIO Da lun a dom
Provincia di TS e GO
329 0909258‬

Search our Site

  • SETTE CONSIGLI PRATICI PER AFFRONTARE CON SERENITA' GLI "SGARRI" DELLE FESTE!

    natale pranzo

    Sei a “dieta” e dicembre ti fa paura?

    In questo periodo è facile cedere alle tentazioni…le feste natalizie si sa sono un momento dell’anno dove le occasioni di festa, aperitivi, cene, pranzi costellano il mese di dicembre!

    Questo periodo dell’anno è una vera e propria sfida per chi è a dieta, perché il rischio di fare il pieno di calorie è dietro l’angolo: pranzi e cene con 4, 5 o più portate, innaffiate con vino, spumanti e perché no, un bicchierino di amaro…e poi dolci tipici come panettoni e pandori ci accompagnano già dai primi di dicembre!

    Quest’anno è un po’ diverso dal solito a causa della situazione di emergenza Coronavirus.

    Il lato “positivo” (…giusto per vedere il bicchiere mezzo pieno!) è che ci sono meno occasioni di tentazione e sgarro perché sono limitate le occasioni di incontro e socialità tra le persone; basti pensare alle famose cene coi colleghi di lavoro, quelle di classe, della palestra, gli innumerevoli aperitivi con gli amici e così via!

    Ad ogni modo un dubbio ricorrente per chi è a dieta durante le festività è “Come comportarsi per non ingrassare e vanificare tutti gli sforzi fatti fino ad oggi?”

    Partiamo dal presupposto che è impossibile stare a dieta durante il pranzo di Natale o il giorno di Capodanno. O meglio si potrebbe ma sarebbe davvero deprimente!

    Mangiare non è solo un bisogno fisiologico ma anche psicologico e sociale, legato alla convivialità, allo stare insieme, alla condivisione e questo è vero più che mai durante le festività natalizie, dove la tavola imbandita con le persone care attorno, rappresentano molto di più di un semplice pasto: è un rito!

    Quindi il dilemma “cedere o non cedere agli sgarri?” è presto risolto:

    Cedere ogni tanto agli sgarri fa BENE alla salute, corpo e mente!

    Sul piano psicologico, infatti gli sgarri alimentari non vanno visti come qualcosa di negativo ma vanno letti come una forza interna che cerca di controbilanciare, in modo del tutto naturale, lo sforzo di controllarsi. È una forza sana perché cerca di sciogliere l’atteggiamento rigido con cui spesso ci si approccia al cibo e alla dieta, e anche alla vita.. Un po’ di libertà nella dieta aiuta anche a mantenere alta la motivazione per chi segue una dieta dimagrante (Le diete troppo restrittive hanno vita corta perché privarsi totalmente e per lunghi periodi di alcuni cibi può generare frustrazione) e per controllare l’ansia: tutti abbiamo una vita frenetica, anche l’ansia della dieta non ci serve.

    Ecco 7 consigli pratici per affrontare con serenità “gli sgarri” delle Feste:

    1.  Attenzione alla frequenza! se lo sgarro capita ogni tanto, se parliamo di un aperitivo tra amici ci sta; se parliamo di un aperitivo al giorno per tutto il mese di dicembre un po’ meno… Basta limitare i festeggiamentia 2-3 occasioni, durante le quali basterà seguire pochissimi accorgimenti per non fare troppi danni!
    2.  Assaggiate tutto ma in piccole quantità! Senza stare lì a pensare cosa si può e cosa non si può mangiare; è meglio ed è anche meno stressante, prendete piccole porzionima di tutto.
    3. Attenzione alla quantità: Evitate il bis durante i pranzi e le cene: una fetta di pandoro va bene, un pandoro intero no!
    4. Limitate gli alcolici (soprattutto i superalcolici!) che sono molto calorici, limitandovi ad un paio di bicchieri di vino…non si può certo brindare con l’acqua…😉
    5. Se gli aperitivi sono il punto debole, niente paura: cercate di evitare patatine, stuzzichini vari pieni di salse o burro; preferite invece qualche oliva, pinzimonio di verdure fresche, frutta secca non salata.
    6. Non saltate la cena perché avete fatto aperitivo, ma piuttosto mantenetevi leggeri magari con un passato di verdure (e legumi eventualmente) e una bella insalata con rucola e radicchio di taglio, erbe amare dal potere diuretico e depurativo!
    7. Muovetevi di più, fate passeggiate all’aria aperta (se il meteo lo consente!) o qualche esercizio di ginnastica a casa con una certa regolarità: vi aiuterà a smaltire l’eccesso e mantenere attivo il metabolismo.

    Concludo ricordandovi il famoso detto “Non si ingrassa tra Natale e Capodanno… ma tra Capodanno e Natale!”

    Questo per dire che non sono 4 giorni di festa che compromettono una dieta o ci fanno ingrassare, ma quello che mettiamo in tavola gli altri 360 giorni dell’anno!

    Quindi Rilassatevi, festeggiate, mangiate senza esagerare, con consapevolezza, preferendo la qualità alla quantità.

    E … non pesatevi i giorni successivi alle feste! Riprendete la vostra alimentazione equilibrata, magari facendo un paio di giorni di depurazione mangiando tante verdure! L’aumento leggero di peso dei giorni di festa non rimane molto se si riprende a seguire un’alimentazione equilibrata!


    Buon Natale a tutti e buone Feste!

     

Iscr. Albo dei Biologi nr. AA 084342

Contatti

Via Giulia, 1
Trieste TS 34126

 
329.0909258‬
 
bertucci.nutrizionista@gmail.com